Cicloturismo - Bicicletta in Albania, Macedonia, Grecia, Turchia, Bulgaria - Da Durazzo a Burgas in bici - Balcani - Dall'Adriatico al Mar Nero - Europa in bici
To bike in Albania, Macedonia, Greece, Turkey, Bulgaria - From Durres to Burgas by bicycle - to cycle in the Balkans - cyclotourism cycling biking in Eastern Europe
Online Translations
To translate from Italian language into another
- English - French - German - Spanish -

12░ tappa - Km. 74 - 14 Km/h.

DOSPAT - TRIGRAD - SIROKA LAKA



Per visualizzare la totalitÓ dell'itinerario balcanico:
MAPPA POLITICA - MAPPA FISICA

Tappa molto bella. Da Dospat seguire le indicazioni per Pamporovo e Borino. Iniziano subito i saliscendi intorno al 5 %.
Il paesaggio è sublime, ancora scorci bellissimi su pascoli e pinete in vallate deserte.
Al Km. 17,5 si arriva a Borino; ancora una salita e una discesa e al Km. 24 si arriva al lago artificiale di Tesel - al Km. 24,5 si gira a destra per le gole di Trigrad (con cartello indicante Acodinska Cave - Devil's Throat) in un scenografico ambiente di rocce e pareti a picco.
La valle di Trigrad sale inizialmente molto dolce (3 % max - asfalto non buono) fino al Km. 32 dove la gola si fa così stretta da permettere il passaggio di una sola macchina, dopodichè la salita diventa anche del 12 %, si passa per una galleria e si affrontano un paio di tornanti. E' qui che si pu˛ ammirare il tratto più spettacolare delle gole, lungo un sentiero attrezzato con passerelle, dove le pareti distano poche decimetri per una profondità di decine di metri. Le acque poi si ingrottano formando un antro buio e vertiginoso anch'esso visitabile, molto simile a quello che avviene al fiume Timavo in Slovenia.
La salita è decisamente dura, ma lo spettacolo ripaga della fatica. Volendo si poi proseguire per il villaggio di Trigrad, ma questo serve solo per scoprire che a monte dell'ingrottamento il fiume è una discarica.
Al Km. 47,5 si ritorna a Tesel e la strada prosegue in discesa seguendo il corso del fiume sempre tra verticali pareti di roccia e pinete superando alcuni depressi paesini musulmani.
Al Km. 58 si gira a destra in direzione di Smolyan e Siroka Laka (cartelli sempre e solo in cirillico).
Si risale una analoga valle ricoperta a pineta (pendenze al 2 - 3 %) e si raggiunge il bel borgo di Siroka Laka, con le caratteristiche case in pietra e legno che ne fanno un museo all'aperto, al Km. 74.
Dormito presso un affittacamere (almeno 2 gli alberghi): 5 lev a persona.


ITINERARIO E TAPPE TAPPA PRECEDENTE TAPPA SUCCESSIVA